Giardino degli ulivi

Giardino degli ulivi

Il "Giardino degli ulivi" è così chiamato per la presenza di numerosi ulivi secolari che, con le loro ampie fronde, offrono ombra e riparo, durante la stagione calda, ai frequentanti le attività estive ed ai visitatori dei luoghi.

Di forma rettangolare, ha una superficie di circa 1.800 mq., occupata oltre che da esemplari di ulivo, da un carrubbo, altrettanto vetusto, da alcune piante di giuggiole, da piante subtropicali, introdotte successivamente, come la "Dracaena fragrans" o tronchetto della felicità, da grandi agavi che costeggiano, sul lato sud, il sentiero che porta al "Giardino delle strelizie".

Sul lato, ovest, invece, il giardino è delimitato da una bordatura di oleandri, dai fiori vivaci e grandi, la cui fioritura abbondante, che ha inizio nei mesi di aprile o maggio, si protrae per tutta l'estate fino all'autunno, e, talvolta, persino, fino all'inverno. Gli oleandri lo separano dalla stradella di accesso al sito, che ha inizio dalla via pubblica, ossia dalla Via Sant'Antonio.

Il "Giardino degli ulivi", rallegrato dalla presenza di alcuni giochi in legno e di un'altalena, è un luogo molto frequentato, specie durante la colonia estiva, perchè qui, ad esempio, di primo mattino ed anteriormente all'inizio dei vari laboratori, si  svolge il "concerto del silenzio", per ascoltare la natura ed entrare in contatto diretto con essa, lasciandosi dietro i fastidiosi rumori della città ed abbandonando i ritmi, la fretta e lo stress che il vivere moderni ci impone; qui si tengono le assemblee di Gigliopoli, una comunità di pari, fondata sul rispetto di sé stessi, degli altri, delle diversità, dell'ambiente, in cui, ai bambini e ragazzi (avendo gli adulti solo il ruolo di facilitatori), si cerca di garantire spazi di libertà di pensiero, di circolazione di idee, di creatività, di gesti, di interrogativi, di ricerche, di scambi relazionali; qui trovano spazio gruppi musicali, teatrali, di animazione, numeri di artista di strada, giocolieri e tutto ciò che, di volta in volta, le varie iniziative realizzate richiedono.

fondazione lucifero
associazione il giglio