Giardino Mediterraneo o dei Sensi

Giardino Mediterraneo o dei Sensi

Il "Giardino Mediterraneo o dei Sensi" nasce dalla riqualificazione e recupero di un preesistente giardino, occupato, per la quasi totalità, da palme del tipo "Phoenix canariensis", che, negli ultimi anni, sono state oggetto di un massiccio e letale attacco da parte del famigerato coleottero denominato "Punteruolo rosso".

L'area, di circa mq.2.300, è stata attrezzata con la creazione di piccole "stanze" tematiche, dedicate alla ricostruzione di habitat della macchia mediterranea, alta e bassa, gariga e spazi allestiti con la messa a dimora di piante officinali autoctone, piante succulente e grasse, quali  il giardino delle saporite, il giardino degli odori, il giardino delle forme, il giardino dei colori.

Al'interno il visitatore potrà camminare liberamente, lungo corridoi e piccoli sentieri, sostare utilizzando gli elementi di seduta presenti ed osservare le varie fasi di crescita degli esemplari piantumati, immergendosi totalmente nei profumi, odori e colori che, nelle varie stagioni, la natura saprà regalarci, aiutato da pannelli didattici e QR-code.

Una piccola superficie verrà, poi, in prosieguo, ulteriormente arricchita in maniera tale da creare un "punto di osservazione" delle farfalle e da costituire una vera e propria esposizione temporanea di colori e profumi che, per circa 8-9 mesi l'anno, in linea con il loro stesso ritmo biologico, sarà capace di attirarle in questo micro habitat.

 

fondazione lucifero
associazione il giglio